Banca del Tempo di Valmadrera                                     WhatsApp TESTATAROSSA600                                           Lacomunitàcresceconiltempo

Opportunità dal territorio

RASSEGNA AMARE: TERZO APPUNTAMENTO

 

amare si puo ancora

Il Comune di Valmadrera ci ricorda il terzo appuntamento della rassegna: “Amare”

Con la presente si ricorda il terzo appuntamento della Rassegna “Amare si può ancora? Come e perché?

Incontri Formativi e testimonianze per giovani e famiglie” organizzata dalla Parrocchia di Sant’Antonio Abate con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Valmadrera.

Martedì 25 febbraio alle ore 21.00 presso l’Auditorium Mauro Panzeri del Centro Culturale Fatebenefratelli si terrà infatti la serata a tema “Affettività e sessualità dei giovani. Tabù o valore?", conferenza diretta dalla psicologa Dott.ssa Marta Nava e dal formatore don Samuele Marelli, con la partecipazione del gruppo musicale “Tommaso Intrieri e Band”.

Ingresso libero

Stampa Email

VENERDI’ 21: “WIND OF CHANGE”

 

LOCANDINA SERATA PAPà 10 ANNIVERSARIO

Siamo lieti di girarvi un appuntamento davvero imperdibile

VENERDI' 21 FEBBRAIO 2020

SALA TICOZZI - LECCO

ORE 21.00

WIND OF CHANGE

Serata corale Venerdì 21 alla Sala Ticozzi. Molti gli attori che daranno vita a “Wind of Change”. Sul palco innanzitutto il Coro Elikya che si esibirà in un’originale performance. Le note e le coreografe dei 60 elementi del coro si fonderanno con le immagini del documentario Wind of Change, una delle tante pellicole africane che il Centro orientamento educativo di Barzio distribuisce. Conosceremo la storia di Kisulu che nel nord del Kenya deve far fronte ad una ormai strutturale siccità, organizzando nel suo villaggio nuove forme di coltivazione.

Il progetto parte proprio dall’esigenza di far conoscere il Festival del Cinema Africano, d'Asia e America Latina a nuovi pubblici. Lo sforzo creativo di unire immagini e musica è stato premiato dalla Fondazione Cariplo, all’interno del bando “Nuovi pubblici dalla A alla Zebra”, in partenariato con il COE - Associazione Centro Orientamento Educativo e l’Ismu.

Ad invitare a Lecco il Coro Elikya sono stati i famigliari di Antonio Nava volontario Caritas di Acquate di Lecco, a 10 anni dalla sua morte. Il concerto sarà un ricordo attivo, non solo una commemorazione, anzi un’occasione concreta di solidarietà visto che come "biglietto di ingresso" è richiesto di portare prodotti per l'igiene personale, che la Caritas di Lecco destinerà agli ospiti del Rifugio notturno e al Carcere di Pescarenico, come gesto concreto di solidarietà.

Visto il chiaro riferimento alle conseguenze dei cambiamenti climatici, la Chiesa locale e le associazioni che hanno organizzato lo scorso gennaio la Marcia della Pace nelle vie della città, e si impegnano per l’Oasi di Pace nella Chiesa di Bonacina, si sono lasciate coinvolgere in questa che è idealmente un’ulteriore tappa del Mese della Pace. La Conversione ecologica, riprendendo le stesse parole di Papa Francesco, è un punto qualificante del recente Messaggio per la Giornata mondiale della Pace.

Scheda Antonio Nava

Dieci anni fa, all’improvviso, in una giornata sulla neve, a 61 anni, moriva Antonio Nava, papà del sacerdote don Tommaso, coadiutore a Valmadrera.

Antonio con la moglie Elisabetta si sono conosciuti lavorando all’Istituto Sacra famiglia di Cesano Boscone; si è poi trasferito sulle rive del Lario per diventare prima vice e poi responsabile pieno della sede dello stesso istituto per anziani a Regoledo di Perledo. Antonio assieme ad altri due amici, fondò anche Anteas Lecco, allora solo un'auto donata da un'azienda del territorio, per accompagnare anziani e disabili verso strutture sanitarie e socio-sanitarie. La famiglia intanto cresceva: quattro figli che, con la mamma, vogliono condividere la figura di un padre generoso.

 

Scheda Coro Elykia (ovvero speranza in lingua bantù)

È un insieme multietnico di coristi e musicisti, costituitosi nel 2010 e diventato associazione nel 2012. Partita informalmente negli anni Novanta da Barzio, in Valsassina, come una delle tante iniziative del Centro Orientamento Educativo (Coe), quella di Elikya – che in lingua congolese lingala significa “speranza” – è una realtà non solo musicale, un progetto di incontro e confronto che ha portato questi giovani artisti a esibirsi sui palcoscenici più prestigiosi: come l’Incontro Mondiale delle Famiglie 2012 alla presenza di Papa Benedetto e il Premio volontario dell’anno Focsiv 2014 con Papa Francesco; o, ancora, la Giornata contro la tratta 2016, con il Premio Nobel per la Pace, Kailash Satyarthi. Oggi il Coro Elikya è composto da una sessantina di persone, in gran parte cantanti, divisi in quattro sezioni (soprani, contralti, tenori, bassi), accompagnati da una decina di musicisti.

Il repertorio iniziale attingeva soprattutto alle tradizioni musicali di diverse aree del mondo, con una prevalenza di canti religiosi cristiani, completamente riarrangiati da musicisti africani e italiani, con strumenti di varie origini e una forte connotazione afro. Il primo cd, realizzato nel 2012 e che porta il nome del Coro, raccogli soprattutto questo genere di pezzi. Il passo successivo,scandito da un secondo album dal titolo di “Fuoco dentro”, è stato quello di scrivere testi e musiche originali. Costituirsi associazione per Elikya ha significato non limitarsi più ai soli concerti, ma inserirsi in progetti di animazione sociale, anche nelle periferie di Milano. Ora il Coro è impegnato in questa tournèe di otto date in Lombardia che farà tappa anche a Lecco venerdì 21. Coristi e musicisti interpretano in scena dal vivo i brani di Elikya scelti ad hoc per amplificare i temi del cortometraggio. Poesie, racconti e testimonianze si alternano ed integrano gli spezzoni cinematografici. La regia è di Anna Maria Ponzellini, la direzione di Raymond Bahati.

Scheda film

“WIND OF CHANGE (Vento di cambiamento)” cortometraggio di 40 minuti già pluripremiato è il ritratto di una famiglia contadina, con papà, mamma e sette bambini, in Kenya nel mese di marzo, quando in passato cadevano piogge abbondanti. Il capofamiglia Kisilu confida le sue ansie alla videocamera come in un diario quotidiano. Viviamo giorno per giorno l’attesa della pioggia, la faticosa crescita dei germogli nel suo campo di miglio. Uno sguardo intimo e toccante sulla lotta quotidiana contro i cambiamenti climatici. Molto attivo e consapevole del suo ruolo in famiglia e nel villaggio, Kisilu non si arrende e promuove un nuovo progetto per la comunità.

E’ un film del catalogo Coe che presenta una selezione delle migliori opere da Africa, Asia e America latina la cui vetrina è il Festival del Cinema Africano, d’Asia e America latina di Milano, pronto a partire per la sua trentesima edizione il prossimo 21 marzo.

Stampa Email

Laboratorio “Hand lettering”: Illustriamo le parole

 

manifesto laboratorio scrittura page

Il Comune di Civate propone, in collaborazione con Luce Nascosta, un laboratorio adatto a tutti

Luce Nascosta presenta il laboratorio: “Hand lettering –Illustriamo le parole”.

L’hand lettering è una pratica i cui risultati vanno ben oltre la calligrafia: con l’hand lettering ciascuna lettera viene infatti singolarmente decorata, disegnata, arricchita in modi fantasiosi, facendo diventare ogni parola una piccola opera d’arte a sé. Le possibilità sono infinite.

Nel primo incontro, aperto a tutti e gratuito, sarà possibile vedere le mille possibilità dell’hand lettering e valutare gli obiettivi del corso. Non è necessario avere esperienza, o particolari doti artistiche!

Tutti gli appuntamenti si terranno il sabato dalle ore 14.30 alle ore 16.30, secondo il seguente calendario:

  • 29 Febbraio: Introduzione al laboratorio (lezione introduttiva a partecipazione gratuita, possibilità di iscriversi al corso)
  • 7 Marzo: Capolettera e zentangle
  • 21 Marzo: Il mio primo lavoro
  • 4 Aprile: Font, alfabeto, svolazzi e grazie
  • 18 Aprile: Il mio segnalibro illustrato
  • 9 Maggio: Sperimentiamo
  • 23 Maggio: Creo le mie carte
  • 6 Giugno: Progettiamo Assieme
  • 13 Giugno: Il mio libro d’artista
  • 20 Giugno: Esposizione lavori e festa conclusiva

Il laboratorio si terrà presso la quattrocentesca Casa del Pellegrino di Civate (Lc): parcheggio in piazza Antichi Padri, ingresso a sinistra della chiesa parrocchiale.

Per informazioni, iscrizioni e costi: Lara Zerbi 3486810538

Stampa Email

SENZA PELLE: INCONTRO CON CAROLINA BOCCA

 

senza pelle 173633

La Biblioteca Civica del Comune di Civate propone l’incontro SENZA PELLE con CAROLINA BOCCA.

Martedì 18 febbraio 2020

Ore 20.30

Sala Civica di Villa Canali

Civate

Carolina è una mamma che ha salvato il proprio figlio dalla droga rimettendo in discussione sé stessa e la sua vita. Scoperte le problematiche del ragazzo non si è persa d’animo e ha affrontato tutte le difficoltà.

Da questa esperienza è nato il romanzo Soffia forte il vento nel cuore di mio figlio e a seguire Senza pelle.

Entrambi i libri raccontano come l’incontro con i giovani “senza pelle” sia un’opportunità di cambiamento e straordinaria crescita personale.

Carolina oggi collabora con la fondazione Pesciolino Rosso, che sostiene i giovani in attività di sviluppo e crescita e che è diventata una community di migliaia di persone, in costante espansione, dove genitori e ragazzi si scambiano idee, pensieri e condividono riflessioni su temi come l’adolescenza, le droghe, il futuro, la scuola e ovviamente il rapporto tra genitori e figli.

L’incontro si terrà martedì 18 febbraio alle ore 20.30 presso la sala Civica di Villa Canali – Civate.

Ingresso libero.

Certi di incontrarvi numerosi, vi porgiamo i nostri più cordiali saluti

Il Sindaco di Civate

Angelo Isella

L'Assessore alla Cultura del Comune di Civate

Ilaria Rocco

Stampa Email

13 FEBBRAIO: IL VIZIO DI MORIRE

 

locandina vizio morire

L’Assessorato alla Cultura della Città di Valmadrera presenta un importante appuntamento di sensibilizzazione, approfondimento e confronto.

Con il 2020 l’Assessorato desidera infatti dare maggior spazio alle tematiche di rilevanza sociale, ravvivando una lunga tradizione che ha spesso visto Valmadrera in prima linea nelle iniziative culturali di questo tipo: dalle dipendenze al disagio giovanile, dai disturbi dell’alimentazione alla disabilità, decine di testimonianze, dibattiti e conferenze hanno concretizzato questo impegno.

Primo appuntamento di questa stagione sarà “Il vizio di morire”, dibattito pubblico sulla tossicodipendenza.

Si tratta di una problematica che, pur colpendo a prima vista solo le singole persone e i loro famigliari, ha in realtà riflessi ampi e profondi sulle nostre comunità. Una ferita che, nonostante i proclami e i clamori spesso superficiali dei media, permea la nostra società in maniera sempre più capillare e insidiosa, assumendo forme nuove e non sempre appariscenti.

Origini, diffusione, prevenzione, cura, supporto alle famiglie, prospettive del presente e del futuro: a guidare il pubblico in questo tema complesso saranno Christian Broch e Luca Ciusani, relatori non solo di grande preparazione teorica ma anche di lunghissima esperienza “in prima linea”.

Il prof. Christian Broch è presidente della Cooperativa Accoglienza e Lavoro e insegna presso la Facoltà Medicina e Chirurgia di Milano, corso di Laurea in Educazione Professionale.

Il dott. Luca Ciusani è Psicoterapeuta e Psicoanalista, lavora presso la Cooperativa Accoglienza e Lavoro e ha curato il testo "Il vizio di morire".

Il dibattito si terrà il 13 febbraio 2020alle ore 21.00 presso la Sala Auditorium Mauro Panzeri del Centro Culturale Fatebenefratelli – Valmadrera.

Dott. Katia Cesana

Stampa Email

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.